SCONTO 5 Euro nuovi clienti

Carrello  

prodotto (vuoto)
SCONTI QUANTITA'

Prodotti in offerta

  • Melo Gava

    Melo Gava

    Maturazione 15 ottobre. Albero di 3 anni, vaso cm. 22, h.cm. 150/170. 

    19,80 € (-10%)   17,82 €

Noce nero (Juglans Nigra)

Albero di 3 anni, vaso cm. 15x15, h.cm. 100/130.

Non disponibile

22,00 € (Prezzi Iva inclusa)


Inserisci nel campo sovrastante il tuo indirizzo email e clicca sopra questo testo; sarai avvisato quando il prodotto sarà nuovamente disponibile

Aggiungi a lista dei desideri

Piantagione Piante da fruttoSchema piantagione alberi da fruttoPiantagione Alberi da Frutti
Leggi la nostra guida, ricca di consigli per la messa a dimora e gestione degli alberi da frutti!
Nota 1: L'aspetto della pianta da frutto inviata potrebbe differire leggermente rispetto alla foto campione pubblicata sul sito, sia a causa della stagionalità (presenza/assenza di foglie), sia perché nel mondo vegetale ogni albero da frutto è unico. Inoltre, per ragioni di ingombro ed imballaggio, è possibile che gli alberi da frutto siano potati prima della spedizione.

Nota 2: Rispetto a quanto descritto, l'effettiva epoca di maturazione di ogni pianta da frutto può anticipare o ritardare fino a due settimane, a seconda di vari fattori: luogo, clima, esposizione, ecc.

Il Noce nero (Juglans nigra) appartiene alla famiglia delle Juglandaceae ed è originario degli Stati Uniti orientali dove può arrivare ad oltre 40 metri di altezza mentre nei nostri ambienti si ferma attorno ai 20/25 metri.
Ha una chioma ovale, espansa, sorretta da un tronco diritto e molto solido, dalla corteccia bruna molto scura e fittamente solcata in senso longitudinale con un disegno caratteristico che ricorda un po’ la forma di un rombo.
Le foglie sono decidue alterne, composte, imparipennate, formate da 15-20 segmenti singoli lunghi 10-12 cm circa, lanceolati e col margine seghettato, di colore verde chiaro.
La fioritura avviene da aprile a fine maggio e i fiori sono unisessuali. I fiori maschili formano degli amenti penduli all’ascella dei rametti dell’anno precedente, mentre quelli femminili formano corte spighe terminali sui rametti dell’anno in corso. La comparsa dei fiori maschili e femminili non è contemporanea, di solito infatti i fiori femminili spuntano prima di quelli maschili, quindi normalmente non si autoimpollina, tuttavia non è autosterile, dato che individui isolati riescono comunque a produrre semi. Si consiglia comunque di mettere a dimora almeno due pianta per favorire l’impollinazione incrociata.
Il frutto è una drupa contenente una noce oleosa e commestibile, di colore nerastro, di ottime caratteristiche organolettiche che matura tra settembre e ottobre e cade dall’albero poco dopo le foglie.
Pianta molto rustica, ha tuttavia preferenze specifiche in fatto di suolo: Preferisce terreni neutri, ben drenati e profondi, fertili e umidi, dalla tessitura sabbiosa o limosa. Può adattarsi a terreni argillosi o sabbiosi aridi, tuttavia la crescita ne risulterà rallentata.

Noce nero (Juglans Nigra) https://images.vivaigabbianelli.it/1769-large/noce-nero-juglans-nigra.jpg

Il Noce nero (Juglans nigra) appartiene alla famiglia delle Juglandaceae ed è originario degli Stati Uniti orientali dove può arrivare ad oltre 40 metri di altezza mentre nei nostri ambienti si ferma attorno ai 20/25 metri.
Ha una chioma ovale, espansa, sorretta da un tronco diritto e molto solido, dalla corteccia bruna molto scura e fittamente solcata in senso longitudinale con un disegno caratteristico che ricorda un po’ la forma di un rombo.
Le foglie sono decidue alterne, composte, imparipennate, formate da 15-20 segmenti singoli lunghi 10-12 cm circa, lanceolati e col margine seghettato, di colore verde chiaro.
La fioritura avviene da aprile a fine maggio e i fiori sono unisessuali. I fiori maschili formano degli amenti penduli all’ascella dei rametti dell’anno precedente, mentre quelli femminili formano corte spighe terminali sui rametti dell’anno in corso. La comparsa dei fiori maschili e femminili non è contemporanea, di solito infatti i fiori femminili spuntano prima di quelli maschili, quindi normalmente non si autoimpollina, tuttavia non è autosterile, dato che individui isolati riescono comunque a produrre semi. Si consiglia comunque di mettere a dimora almeno due pianta per favorire l’impollinazione incrociata.
Il frutto è una drupa contenente una noce oleosa e commestibile, di colore nerastro, di ottime caratteristiche organolettiche che matura tra settembre e ottobre e cade dall’albero poco dopo le foglie.
Pianta molto rustica, ha tuttavia preferenze specifiche in fatto di suolo: Preferisce terreni neutri, ben drenati e profondi, fertili e umidi, dalla tessitura sabbiosa o limosa. Può adattarsi a terreni argillosi o sabbiosi aridi, tuttavia la crescita ne risulterà rallentata.

frutti-vari-antichi 22 EUR new out_of_stock 0