Advertising

Carrello  

prodotto (vuoto)
Advertising
Advertising

Prodotti in offerta

Advertising

Mirtillo rosso europeo

vaso 17 h. cm. 30/40

Disponibile

13,20 € (Prezzi Iva inclusa)

Aggiungi a lista dei desideri

Guida messa a dimora alberi da fruttaSchema piantagione alberi da fruttoPiantagione Piante da frutto
Scarica la nostra guida, ricca di consigli per la messa a dimora e gestione degli alberi da frutta!
Nota: L'aspetto della pianta inviata potrebbe leggerrmente differire rispetto alla foto campione pubblicata, sia per la stagionalità (presenza/assenza di foglie), sia perchè nel mondo vegetale ogni esemplare è ovviamente unico.

Il mirtillo rosso europeo (nome botanico Vaccinium vitis idaea) è diffuso in tutto l’arco alpino ed in alcune aree dell'appennino settentrionale. Un tempo veniva anche chiamato “uva di monte” o “vite di monte” perché i suoi frutti sono raccolti in piccoli grappoli simili a quelli di una vite in miniatura.
Forma un piccolo cespuglio di altezza massima di 20-40 cm., con rami strascianti che si espandono mediante rizomi sotterranei ed è ideale anche come specie tappezzante ad uso ornamentale.
Le foglie sono sempreverdi, piccole, coriacee, di colore verde scuro e lucide nella pagina superiore.
I fiori sono di colore bianco rosato e riuniti in grappoli terminali e sbocciano a primavera inoltrata.
I frutti, che maturano in settembre-ottobre, sono delle bacche di colore rosso molto intenso ed hanno sapore dapprima acidulo ed amarognolo ma che dopo le prime gelate diviene dolciastro, molto simile al classico mirtillo blu.
I frutti possono essere consumati freschi, magari per accompagnare un gelato o una macedonia, oppure trasformati in sciroppi, confetture e gelatine.
Le bacche, che hanno proprietà astringenti e diuretiche, sono ricche di pectine, acidi organici, calcio, manganese, vitamina A e soprattutto molta vitamina C. Consumate fresche hanno una funzione stimolante sull’apparato gastro-enterico e facilitano l’assimilazione del calcio attraverso la mucosa intestinale.
Il Mirtillo rosso europeo trova il optimum nei terreni acidi, umidi ma ben drenati caratteristici delle fasce montane.
Il mirtillo rosso si può coltivare in tutte quelle zone in cui viene coltivato anche il mirtillo gigante, dal momento che le richieste ed esigenze per quanto riguarda il terreno sono praticamente le stesse.
Questo specie non va confusa con il mirtillo rosso americano detto “Cranberry” (Vaccinum macrocarpon), oggigiorno largamente pubblicizzato, che cresce nei terreni pianeggianti e paludosi.

Mirtillo rosso europeo http://www.vivaigabbianelli.it/1527-large/mirtillo-rosso-europeo.jpg

Il mirtillo rosso europeo (nome botanico Vaccinium vitis idaea) è diffuso in tutto l’arco alpino ed in alcune aree dell'appennino settentrionale. Un tempo veniva anche chiamato “uva di monte” o “vite di monte” perché i suoi frutti sono raccolti in piccoli grappoli simili a quelli di una vite in miniatura.
Forma un piccolo cespuglio di altezza massima di 20-40 cm., con rami strascianti che si espandono mediante rizomi sotterranei ed è ideale anche come specie tappezzante ad uso ornamentale.
Le foglie sono sempreverdi, piccole, coriacee, di colore verde scuro e lucide nella pagina superiore.
I fiori sono di colore bianco rosato e riuniti in grappoli terminali e sbocciano a primavera inoltrata.
I frutti, che maturano in settembre-ottobre, sono delle bacche di colore rosso molto intenso ed hanno sapore dapprima acidulo ed amarognolo ma che dopo le prime gelate diviene dolciastro, molto simile al classico mirtillo blu.
I frutti possono essere consumati freschi, magari per accompagnare un gelato o una macedonia, oppure trasformati in sciroppi, confetture e gelatine.
Le bacche, che hanno proprietà astringenti e diuretiche, sono ricche di pectine, acidi organici, calcio, manganese, vitamina A e soprattutto molta vitamina C. Consumate fresche hanno una funzione stimolante sull’apparato gastro-enterico e facilitano l’assimilazione del calcio attraverso la mucosa intestinale.
Il Mirtillo rosso europeo trova il optimum nei terreni acidi, umidi ma ben drenati caratteristici delle fasce montane.
Il mirtillo rosso si può coltivare in tutte quelle zone in cui viene coltivato anche il mirtillo gigante, dal momento che le richieste ed esigenze per quanto riguarda il terreno sono praticamente le stesse.
Questo specie non va confusa con il mirtillo rosso americano detto “Cranberry” (Vaccinum macrocarpon), oggigiorno largamente pubblicizzato, che cresce nei terreni pianeggianti e paludosi.

frutti-minori 13.2 EUR new in_stock 10
Collegamenti consigliati:

- Ti servono dei consigli per la messa a dimora delle piante da frutto? Scarica la nostra guida in formato PDF
- Vuoi maggiori informazioni su prodotti, ordini e spedizioni? Leggi le FAQ con le risposte alle domande più frequenti
- Recensioni rilasciate dai nostri Clienti che già hanno acquistato i nostri prodotti
- Seguici mettendo "Mi piace" sulla nostra Pagina Facebook per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità e promozioni.