SCONTO 5 Euro nuovi clienti

Carrello  

prodotto (vuoto)
SCONTI QUANTITA'

Prodotti in offerta

Biricoccolo (susincocco)

Maturazione 20 giugno. Albero di 3 anni, vaso cm. 22, h.cm. 150/170.

Disponibile

19,80 € (Prezzi Iva inclusa)

Ultimi articoli in magazzino!

Aggiungi a lista dei desideri

Piantagione Piante da fruttoSchema piantagione alberi da fruttoPiantagione Alberi da Frutti
Leggi la nostra guida, ricca di consigli per la messa a dimora e gestione degli alberi da frutti!
Nota 1: L'aspetto della pianta da frutto spedita potrebbe leggermente differire rispetto alla foto campione pubblicata, sia per la stagionalità (presenza/assenza di foglie), sia perché nel mondo vegetale ogni esemplare di alberi da frutto è ovviamente unico. Inoltre, per ragioni di ingombro ed imballaggio, gli alberi da frutti potrebbero essere potati prima della spedizione.

Nota 2: Rispetto a quanto descritto, l'effettiva epoca di maturazione di tutte le piante da frutto può anticipare o ritardare anche fino a due settimane, a seconda di vari fattori: Luogo, clima, esposizione, etc...

Il biricoccolo (Prunus dasycarpa) deriva dall’incrocio naturale tra albicocco (Prunus armeniaca) e mirabolano (Prunus cerasifera) e per questo è chiamato anche “susincocco”. Altri sinomini sono: plumcot, pruna cresammola, albicocco nero, albicocco del Papa, susino albicocco ed albicocco violetto.

E’ un frutto antico, conosciuto fin dal ‘700, ma che si è poco diffuso.

Nota importante: Il biricoccolo è autosterile, cioè non in grado di fecondare i propri frutti da solo. Si consiglia pertanto di associarlo almeno ad un susino, un albicocco oppure ad un mirabolano, meglio se anche più specie assieme.

La pianta di biricoccolo è abbastanza vigorosa, può raggiungere i 5-6 metri di altezza, resiste bene al freddo e si può coltivare in pianura e collina. Normalmente viene innestato su mirabolano.

La pianta ha caratteri che ricordano entrambe le specie da cui deriva: l’epidermide dei frutti è vellutata come quella dell’albicocco ed anche le foglie hanno una forma simile. La polpa è invece succosa, dal sapore dolce e un po’ acido, più simile alle susine.

I frutti del biricoccolo maturano in estate, da giugno a luglio. Oltre che per consumo fresco i frutti si possono utilizzare per marmellate.
Buccia liscia, sottile, appena pelosa, di colore arancio-violetto. Polpa, dolce, dal sapore che ricorda l'albicocca con la fragranza di una susina, è di colore rosso-aranciato.

I frutti sono drupe di forma rotondeggiante o leggermente ellissoidale ed hanno un peso medio che oscilla i 25 e i 40 grammi.

La buccia è leggermente tomentosa ( coperta di peluria) con colore di fondo giallo e sopraccolore rosso cupo più o meno intenso.

La polpa è tenera, succosa, aderente al nocciolo, di colore giallo intensamente venato di rosso; ha sapore dolce, leggermente acidulo, aromatico e con un profumo più o meno pronunciato di albicocca o di susina. Il nocciolo è appiattito, allungato, di grandezza intermedia (del 30-40 % più piccolo del nocciolo di albicocca).

L’epoca di raccolta del biricoccolo va dal 20 giugno al 10-15 luglio nelle regioni del nord Italia, e va dal 1 giugno fino al 20 giugno nelle regioni del centro Italia.

La maturazione è scalare e i frutti vanno raccolti quando risultano perfettamente maturi.

I frutti del biricoccolo raccolti durante la fase iniziale della maturazione hanno un sapore poco dolce ed asprigno. I noccioli presentano una terminabilità molto bassa e variabile che non supera il 10%.

Biricoccolo (susincocco) https://images.vivaigabbianelli.it/1175-large/biricoccolo-susincocco.jpg

Il biricoccolo (Prunus dasycarpa) deriva dall’incrocio naturale tra albicocco (Prunus armeniaca) e mirabolano (Prunus cerasifera) e per questo è chiamato anche “susincocco”. Altri sinomini sono: plumcot, pruna cresammola, albicocco nero, albicocco del Papa, susino albicocco ed albicocco violetto.

E’ un frutto antico, conosciuto fin dal ‘700, ma che si è poco diffuso.

Nota importante: Il biricoccolo è autosterile, cioè non in grado di fecondare i propri frutti da solo. Si consiglia pertanto di associarlo almeno ad un susino, un albicocco oppure ad un mirabolano, meglio se anche più specie assieme.

La pianta di biricoccolo è abbastanza vigorosa, può raggiungere i 5-6 metri di altezza, resiste bene al freddo e si può coltivare in pianura e collina. Normalmente viene innestato su mirabolano.

La pianta ha caratteri che ricordano entrambe le specie da cui deriva: l’epidermide dei frutti è vellutata come quella dell’albicocco ed anche le foglie hanno una forma simile. La polpa è invece succosa, dal sapore dolce e un po’ acido, più simile alle susine.

I frutti del biricoccolo maturano in estate, da giugno a luglio. Oltre che per consumo fresco i frutti si possono utilizzare per marmellate.
Buccia liscia, sottile, appena pelosa, di colore arancio-violetto. Polpa, dolce, dal sapore che ricorda l'albicocca con la fragranza di una susina, è di colore rosso-aranciato.

I frutti sono drupe di forma rotondeggiante o leggermente ellissoidale ed hanno un peso medio che oscilla i 25 e i 40 grammi.

La buccia è leggermente tomentosa ( coperta di peluria) con colore di fondo giallo e sopraccolore rosso cupo più o meno intenso.

La polpa è tenera, succosa, aderente al nocciolo, di colore giallo intensamente venato di rosso; ha sapore dolce, leggermente acidulo, aromatico e con un profumo più o meno pronunciato di albicocca o di susina. Il nocciolo è appiattito, allungato, di grandezza intermedia (del 30-40 % più piccolo del nocciolo di albicocca).

L’epoca di raccolta del biricoccolo va dal 20 giugno al 10-15 luglio nelle regioni del nord Italia, e va dal 1 giugno fino al 20 giugno nelle regioni del centro Italia.

La maturazione è scalare e i frutti vanno raccolti quando risultano perfettamente maturi.

I frutti del biricoccolo raccolti durante la fase iniziale della maturazione hanno un sapore poco dolce ed asprigno. I noccioli presentano una terminabilità molto bassa e variabile che non supera il 10%.

albicocchi 19.8 EUR new in_stock 2