SCONTO 5 Euro nuovi clienti

Carrello  

prodotto (vuoto)
SCONTI QUANTITA'

Prodotti in offerta

Rosa canina

vaso 17, h. cm. 60/80

Disponibile

9,90 € (Prezzi Iva inclusa)

Aggiungi a lista dei desideri

Piantagione Piante da fruttoSchema piantagione alberi da fruttoPiantagione Alberi da Frutti
Leggi la nostra guida, ricca di consigli per la messa a dimora e gestione degli alberi da frutti!
Nota 1: L'aspetto della pianta da frutto spedita potrebbe leggermente differire rispetto alla foto campione pubblicata, sia per la stagionalità (presenza/assenza di foglie), sia perché nel mondo vegetale ogni esemplare di alberi da frutto è ovviamente unico. Inoltre, per ragioni di ingombro ed imballaggio, gli alberi da frutti potrebbero essere potati prima della spedizione.

Nota 2: Rispetto a quanto descritto, l'effettiva epoca di maturazione di tutte le piante da frutto può anticipare o ritardare anche fino a due settimane, a seconda di vari fattori: Luogo, clima, esposizione, etc...

La rosa canina, detta anche "Rosa selvatica", appartenente alla famiglia delle Rosacee, è la specie di rosa spontanea più comune in Italia e la si può spesso ritrovare nelle siepi naturali e ai margini dei boschi.

La rosa selvatica è un alberello a portamento cespuglioso che può raggiungere un’altezza anche di 3/4 metri, con fusto legnoso, di colore verdastro, dove sono inserite numerose spine robuste di colore rosso a forma arcuata.

Le foglie sono composte, imparipennate a 5/7 foglioline, dentate, ovali od ellittiche, glabre e allungate.

I fiori, singoli o a gruppi di 2/3, sono di color rosa molto chiaro, con cinque petali e numerosi stami, poco profumati e fioriscono da maggio a luglio.

Il frutto della rosa selvatica è un achenio peloso con pericarpo duro racchiuso in un falso frutto ovoidale di colore rosso vivace; è proprio questo falso frutto, chiamato cinorrodo, la parte interessante ed edule della pianta.

Matura alla fine dell’autunno e, privato dei semi, può essere utilizzato tal quale per la preparazione di ottime confetture.

E’ ricchissimo di vitamina C, antiossidanti bioflavonoidi, polifenoli e carotenoidi e per questo è largamente usato dalle industrie farmaceutiche, alimentari e cosmetiche per la preparazione di moltissimi prodotti.

La rosa selvatica è una specie rusticissima e frugale, cresce sia in riva al mare che in montagna, in qualsiasi terreno, anche in quelli più poveri ed incolti.

Rosa canina https://images.vivaigabbianelli.it/624-large/rosa-canina.jpg

La rosa canina, detta anche "Rosa selvatica", appartenente alla famiglia delle Rosacee, è la specie di rosa spontanea più comune in Italia e la si può spesso ritrovare nelle siepi naturali e ai margini dei boschi.

La rosa selvatica è un alberello a portamento cespuglioso che può raggiungere un’altezza anche di 3/4 metri, con fusto legnoso, di colore verdastro, dove sono inserite numerose spine robuste di colore rosso a forma arcuata.

Le foglie sono composte, imparipennate a 5/7 foglioline, dentate, ovali od ellittiche, glabre e allungate.

I fiori, singoli o a gruppi di 2/3, sono di color rosa molto chiaro, con cinque petali e numerosi stami, poco profumati e fioriscono da maggio a luglio.

Il frutto della rosa selvatica è un achenio peloso con pericarpo duro racchiuso in un falso frutto ovoidale di colore rosso vivace; è proprio questo falso frutto, chiamato cinorrodo, la parte interessante ed edule della pianta.

Matura alla fine dell’autunno e, privato dei semi, può essere utilizzato tal quale per la preparazione di ottime confetture.

E’ ricchissimo di vitamina C, antiossidanti bioflavonoidi, polifenoli e carotenoidi e per questo è largamente usato dalle industrie farmaceutiche, alimentari e cosmetiche per la preparazione di moltissimi prodotti.

La rosa selvatica è una specie rusticissima e frugale, cresce sia in riva al mare che in montagna, in qualsiasi terreno, anche in quelli più poveri ed incolti.

frutti-strani-e-della-salute 9.9 EUR new in_stock 7